Prima della mia ombra

Ombra, che nasconde i sogni nascosti e li rende vividi, solo un istante prima del risveglio.

Non appena iniziai a capire,
un sussulto delirante mi svegliò.

L’antica macina,
immobile come una statua,
gracidava,
masticando briciole di pietra.

Un picchio,
instancabile,
telegrafava i suoi lamenti
sulle nodose corde
d’un vecchio,
immenso abete.

Il sogno ormai trascorso
risplendeva a tratti:
vorticoso,
fulminante,
stridente sull’ardesia buia
come parole sussurrate
da scheggiati ferri arrugginiti.

Slanci dorati,
sepolti fra i ricordi,
forse un giorno,
si leveranno già desti,
prima della mia ombra.


Depositata per la tutela legale presso Patamu: certificato


Video


Breve nota sull’archetipo dell’Ombra secondo Jung

L’Ombra per Jung è un aspetto fondamentale della psiche umana che consiste nell’insieme di tutti gli aspetti inconsci e repressi della personalità di un individuo.

Jung concepiva l’archetipo dell’Ombra come il lato oscuro della nostra personalità, che rappresenta gli aspetti di noi stessi che neghiamo o reprimiamo. Secondo Jung, integrare l’Ombra è cruciale per la crescita personale e l’individuazione. Affrontando e accettando questi aspetti nascosti di noi stessi, possiamo raggiungere un maggiore senso di completezza e consapevolezza di sé.

La mancata integrazione dell’Ombra può avere profonde implicazioni sul benessere di un individuo. Se non riconosciuta, l’Ombra può manifestarsi in modi distruttivi, come proiezioni sugli altri o comportamenti auto-sabotanti. Abbracciando il nostro lato Ombra, possiamo sfruttare la sua energia per la trasformazione personale e raggiungere un’esistenza più equilibrata e autentica.

Per approfondimenti

Sale
Gli archetipi dell'inconscio collettivo
  • Un certo strato per così dire superficiale dell'inconscio è senza dubbio personale: noi lo chiamiamo inconscio personale"
  • Esso poggia però sopra uno strato più profondo che non deriva da esperienze e acquisizioni personali, e che è innato
  • Questo strato più profondo è il cosiddetto «inconscio collettivo»
  • «Il concetto di archetipo, che è indispensabile correlato dell'idea di inconscio collettivo, indica l'esistenza nella psiche di forme determinate che sembrano essere presenti sempre e dovunque»
  • Leggi di più


Se ti piace la poesia, puoi sempre fare una donazione per supportare la mia attività. Basta un caffè! E non dimenticarti di iscriverti alla mia newsletter settimanale!


Last update on 2024-06-19 / Affiliate links / Images from Amazon Product Advertising API

Share this post on:
FacebookTwitterPinterestEmail

Articoli correlati

  • Come un nuovo giocattolo, mani inesperte mi studiano. Non mi nutrono, né mi gettano tra i cumuli di pezze lise. Mi lasciano immobile, con la schiena per terra e lo sguardo puntato al soffitto. I…

  • Incomprimibili, come l’acqua in un torchio In memoria di mio padre (1934 - 2020) Mio padre pensa che se lo chiamo tardi è perché tardi sono uscito dal lavoro. Se lo chiamo presto, immaginate, pensa…

  • Questa breve poesia d'amore ha il carattere amaro della constatazione esistenziale della vacuità. Gli oggetti, gli animali e le aspirazioni svaniscono in un silenzio che si cristallizza davanti a un'immobile danza su un prato d'autunno.…

  • Sei anni lungo un fiume di cemento, tra gente di cartone e pensieri al cloroformio, (frammenti tenuti fermi come vecchi canarini in un’immensa gabbia senza sbarre). Sei anni a seguitare la stessa evocazione. Sei anni…

  • I barattoli Campbell di Warhol, a migliaia, quasi fossero schegge d’aria, s’accalcano tutt’intorno a me. E dove vorrei schiamazzi, c’è solo il freddo ammutolirsi della latta. Depositata per la tutela legale presso Patamu: certificato Breve…

  • “Quando dico che la guerra è la fonte di tutte le arti, intendo dire anche che è la fonte di tutte le grandi virtù e facoltà degli uomini.” (J. Ruskin) Non ho fatto la guerra:…

  • Parli. Nonostante tutto, quelle labbra vibrano come il  batter d’ali di un moscerino. Parli. Quando il sole urla o quando la pioggia sussurra lamentosa la sua cantilena, tu parli. Nelle crepe del muro, nella chiocciola…

  • Una formica cammina sola nel deserto della mia parete. La osservo immobile. Mi sento immenso. ... Il vuoto gronda d'inumano sudore. Depositata per la tutela legale presso Patamu: certificato Breve nota letteraria sull'ermetismo poetico L'ermetismo…

  • Parole smorte, inutili silenzi. Talvolta il fruscio del vento pare voler raccontare storie. Anziano, stremato dall’artrite, pensa ancora che possa raccontare la saggezza, e parla di passati, di fame, di miseria, di guerra e di…

  • C'è un tipo di silenzio che dopo millenni di oziosa schiavitù, urla e si dimena affinchè la sua voce possa risuonare negli infiniti sentieri dello spirito. Ogni passo sulla terra smossa ne fa risuonare le…

  • Foglie dispiegate sulla notte. Sento la pioggia battervi come un tamburo: è un mantra il mio respiro. Disegno gli eventi e li lascio sparire. L'apnea della mia vita è una goccia lungo la coda d’una…