Quando ero piccolo

Libro di fiabe per un bambino piccolo. Insieme alla poesia, favole e fiabe rappresentano la realtà in modo filtrato, pur rendendo vividi i dettagli delle tematiche.

Quando ero molto piccolo
credevo che i santi
fossero enormi statue
distese lungo il cielo.

Osservatori,
pensieri di granito,
anime che da sole
cantavano i loro inni.

Raffaello fece a Dio la barba.
Sul libro d’arte,
l’infinito era a pagina cinquanta.

Dopo le 20:30,
era tra le nubi,
(appena grigie),
del mio sonno di bambino.

Quando ero piccolo
credevo che la parola
non fosse mai perduta.
Ripetevo i miei mantra sera dopo sera
e ogni notte,
gli stessi mantra,
recitavano i miei sogni,
come battute doppiate tardi,
o come gli scatti delle pellicole
quando lo sbadigliare,
(nel buio della sala grande),
cominciava a moltiplicarsi.

Quando ero piccolo
credevo che i santi stessero a guardarmi…

…Adesso vedo milioni di me piccoli,
con piccoli occhi puntati su di me…

E mi addormento…
con la cantilena d’un nuovo mantra
che lascia ondeggiare la mia barba,
come rami sfilacciati
tra le brezze dell’ultimo Novembre.


Depositata per la tutela legale presso Patamu: certificato


Breve nota letteraria su favole e fiabe

Favole e fiabe provengono da diverse culture in tutto il mondo, ognuna con la sua struttura e il suo messaggio unici. Queste storie sono state tramandate di generazione in generazione, evolvendosi nel tempo per riflettere i valori e le credenze delle rispettive società.

Uno degli autori più noti nella storia delle fiabe è Hans Christian Andersen, le cui opere come “La Sirenetta” e “Il brutto anatroccolo” hanno catturato il cuore del pubblico di tutto il mondo.

Raffigurazione di una piccola sirenetta
Il mondo delle favole e delle fiabe ha sempre affascinato adulti e bambini. Grazie alla fusione di fantasia e realtà, gli autori sono spesso riusciti a trattare temi molto complessi in una forma semplice e piacevole, pur non trascurando la profondità delle idee.

Allo stesso modo, i fratelli Grimm, Jacob e Wilhelm Grimm, sono famosi per la loro raccolta di fiabe tedesche, tra cui “Cenerentola”, “Biancaneve” e “Hansel e Gretel”. Questi racconti spesso contengono lezioni morali e servono come mezzo di intrattenimento ed educazione per bambini e adulti.

Inoltre, Esopo, un antico narratore greco, ha il merito di aver reso popolare il genere delle favole attraverso i suoi racconti con animali con caratteristiche umane, come “La tartaruga e la lepre” e “La formica e la cavalletta”. Queste storie senza tempo, al pari della poesia, continuano ad essere apprezzate per la loro saggezza duratura e i temi universali.


Se ti piace la poesia, puoi sempre fare una donazione per supportare la mia attività. Basta un caffè!


Share this post on:
FacebookTwitterPinterestEmail

Subscribe to the weekly newsletter!

You will only be updated about new content. No spam, no adv!