Categoria: Messaggio

La gabbia dei desideri

Mi pongo un interrogativo: ammettendo la validità della convinzione di Lacan che l’uomo sia “immerso” sin dal momento della sua nascita nel linguaggio (tesi che condivido in pieno), quanto è possibile desiderare ciò che è linguisticamente indescrivibile in quanto, per sua natura, trascende il “contenimento” imposto dalla struttura della lingua naturale? Di primo acchito, ciò […]

Condividi questa pagina:

Aggiornamento: nuova poesia “Folla”

Ho appena aggiunto una nuova poesia intitolata “Folla”, il cui tema ispiratore nasce dall’osservazione della quotidianità di una massa indistinta di individui che, in preda a un’alienazione ormai assimilata, vivono le loro vite seguendo un copione che non è mai stato letto e compreso. Link alla poesia “Folla” Nota sull’alienazione e sulla mercificazione dell’arte L’alienazione […]

Condividi questa pagina:

Quando la musica corteggia la poesia: i (non) promessi sposi

Esiste un rapporto tra musica e poesia? Certamente questa è una domanda un po’ faziosa ed è possibile rispondere in molti modi diversi. In linea di principio tutte le forme artistiche possono essere messe in relazione tra di loro, ma non è questo ciò che vorrei discutere. La mia domanda sottintende una condizione ampiamente verificata […]

Condividi questa pagina:

Aggiornamento: nuovo racconto “Corpo di donna”

Ho appena aggiunto un nuovo racconto intitolato “Corpo di donna”. E’ una storia scabrosa, con forti tinte psicologiche e incentrata sul trauma che una ragazza rivive durante l’attesa in una sala del pronto soccorso. Doloroso e introspettivo, ma anche terribilmente realistico. Corpo di donna Scopri la storia toccante di una ragazza in crisi, mentre rivive […]

Condividi questa pagina:

Liszt e il progressismo romantico caduto nel vano

Non c’è che dire, i compositori romantici non smettono mai di stupirci con la loro modernità. Altro che persistenza immutabile della musica composta prima di un certo periodo storico (idea fissa di molti musicofili e direttori d’orchestra odierni), Franz Liszt (1811 – 1886), ad esempio, oltre che i voti religiosi aveva anche abbracciato un progressismo […]

Condividi questa pagina:

Aggiornamento: nuova poesia “Voglio sognare la realtà che dorme”

Ho appena aggiunto una nuova poesia intitolata “Voglio sognare la realtà che dorme”, il cui filo conduttore è un profondo desiderio di superare la rigidità delle sovrastrutture imposte dall’uomo nella sua ricerca di una “regola suprema”. Essa è l’espressione rapsodica di un urlo di disperazione: la realtà non deve piegarsi a volontà auto-imposte; l’uomo può […]

Condividi questa pagina:

Il crepuscolo degli dei: perchè la musica pop è così dannatamente banale

Ritorno al futuro parte I Immaginate di fare un viaggio indietro nel tempo, di 200 anni, per la precisione e di trasferirvi a Berlino. Con un po’ di pazienza, supponete di entrare senza farvi vedere nello studio di Felix Mendelssohn (1809 – 1847), il cui eclettismo spaziava dalla composizione di musica, alla direzione d’orchestra, alla […]

Condividi questa pagina:

Rischio e libertà

Che rischio e libertà avessero un certo grado di parentela, è consciamente o inconsciamente noto alla maggior parte delle persone. Che rischio e libertà fossero due facce della stessa medaglia, invece, continua a sembrare frutto di un ragionamento contraddittorio e paradossale. Eppure, l’osservazione della realtà illude relativamente poco e ogniqualvolta si cerca di mitigare un […]

Condividi questa pagina:

La non-libertà di essere liberi

La libertà è come uno zaino che viene donato al viandante che si incammina lungo una via ignota: esso è pieno di cibo e utensili e ciò, unitamente alla volontà di andare avanti, garantisce al soggetto la possibilità di esplorare terre sempre più lontane. Gli permette di restare nei boschi più a lungo, di poter […]

Condividi questa pagina:

Aggiornamento: nuova prosa poetica: “Bacco, Tabacco e Venere: nei secoli fedele”

Ho appena aggiunto una nuova prosa poetica intitolata “Bacco, Tabacco e Venere: nei secoli fedele”. E’ un inno al piacere, alla vita e a difesa di tutte quelle attività che il moralismo più becero tende a stigmatizzare e relegare nella “cantina dei vizi”. Bacco, Tabacco e Venere: nei secoli fedele Entra nell’universo della stravaganza e […]

Condividi questa pagina: