Poesia (Pagina 2) – L’incanto delle trame di versi!

Questa è la seconda pagina dell’indice di tutto il materiale poetico scritto da Giuseppe Bonaccorso. Include poesie, prosa poetica e libri di poesia. Tutte le poesie di questo sito sono state rilasciate gratuitamente, anche se a volte sono state pubblicate in riviste o libri di poesia.


Cerca articoli di poesia  Hai bisogno di una poesia? Cercala! Archivio di articoli di poesia  Vuoi leggere gli articoli di poesia? Clicca qui!

La musa della poesia di Willem Basse
La musa della poesia (Willem Basse)

Poesie

Idra

Nove teste da prendere: comprendi una metafora per l’addio e per lunghe partenze in questa poesia ispirata all’Idra di Lerna.

Australia

Esplora questa poesia sulla distanza esistenziale nei rapporti più profondi. Ammira le tracce che appaiono e subito scompaiono nel silenzio dei sensi.

A voi

In un mondo caratterizzato da benpensanti e moralisti, un rauco sole svela l’impossibilità di sognare il paradiso. Quale esame affronteranno i teorici? Forse inizieranno a leggere Nietzsche e a cercare il loro vero sè.

Qualcuno, una volta

Esamina l’impietoso e lento azzurro mattutino e scopri come la storia umana, spesso intrappolata nell’immutabilità, può sempre evolvere.

Vorrei dimenticare

Diventa padrone del tuo destino: un inno alla virtù per sfidare le nozioni accumulate, la morale e le incertezze che ci limitano e intraprendere un viaggio di vera libertà, proprio come Ulisse.

Un motivo antico

Trema, sotto il sole, un motivo antico: un misterioso requiem. Ricordi i gabbiani d’avorio mentre prendevano il volo? Ecco il motivo che ride, scalmanato, su quegli scampoli di memoria. L’umanità insondabile, in un incomprensibile canto di grilli.

Voglio sognare la realtà che dorme

Voglio sognare la realtà che dorme: scopriamo nei versi come la volontà di potenza (Nietzsche) di superare una realtà innaturale possa far desiderare di sognare un mondo ignaro delle regole autoimposte dall’uomo.

Volti di noia studiano le mie fattezze

Scopri la noia esistenziale in questa poesia ed esplora questo concetto di vuoto e disconnessione attraverso gli occhi dell’angoscia.

Melodia viola

Esplora l’universo incantato della melodia. Note vibranti e fantasmi dal passato si mescolano nell’atmosfera magica della poesia.

Certe volte specchiarsi nel fiume Lete

Scopri la meraviglia di specchiarsi nel fiume Lete e lasciati trasportare dalle nuove sfumature dell’immensità.

Ho creduto

Scopri la profondità dell’anima attraverso la poesia. Sperimenta il potere di ciò che è creduto nella visione unica di questo autore.

Nulla

Attraversa il portone dell’ignoto e scopri il mondo oltre il nulla in un’affascinante esperienza letteraria in questa poesia.

Faccio l’inventario

Esamina l’inventario della mia vita: lavoro, casa, amori e una zanzara d’appartamento. Scopri cosa si nasconde dietro di me in questa poesia.

Lo scrivi ma poi mi lasci sola…

Scopri il mio paradiso in fondo al mare, tra amarezza e gaudio. Un viaggio poetico in cui si rivela la solitudine esistenziale.

Ho masticato spilli

Vivi il potere evocativo della poesia. Un’opera che riflette su desideri irrealizzati, lunghe attese e verità rivelatrici che rendono liberi.

Stringi i pugni. Respira.

Stringi i pugni, respira nel silenzio della lotta. Ritrovati nella solutidine di questa poesia esistenziale ed ermetica.

Cavalcando il dorso d’una pulce

Esplora la poesia dei ricordi nascosti nell’ombra, cavalca l’ispirazione e lasciati trasportare in luoghi surreali ed evanescenti.

I miei affetti

Gli affetti come acqua in un mulino si abbandonano verso l’ultima carezza di commiato, attendendo il momento in cui nuovo grano verrà sgretolato dalla vita.

Mi dissero d’un padre

Mi dissero di un Padre irremovibile sotto le brezze della tramontana, i cui ricordi di case di bambini e nidi vengono narrati prima di addormentarsi in questa poesia.

Troppo tardi mi dissero di te

Esplora la nostalgia, l’amore e la solitudine nell’inverno. Scopri come l’essenza si conserva nel gelo di questa poesia d’amore malinconica in echeggia il verso “Troppo tardi”.

Composizioni brevi

Quartetto di poesie brevi n.3

Scopri la bellezza delle piccole cose imperfette e naturali in queste poesie brevi e vivi il concetto del Wabi-sabi in brevi lavori poetici.

Prosa poetica

Elogio dell’assenzio

Vieni fata verde! Assapora l’estasi che la poesia dell’assenzio nasconde nell’inferno delle mie viscere e sfiora il contorno sbiadito della mia anima di carbone!

Preghiera dell’ultimo uomo

Una storia di sacrificio e perdono: scopri l’inno alla grandezza dell’uomo. La preghiera che l’ultimo uomo recita prima della sua morte «Padre mio, non perdonare costoro».

Ringrazio

Vieni a ballare con le nuvole! Una prosa poetica di ringraziamento per tutto ciò che la natura regala inconsapevolmente e che viene spesso trascurato.

Vorrei… Il vuoto che ipnotizza gli dei

Vorrei camminare lungo un ruscello, dormire fino alla morte e far ridere la natura: scopri questa prosa poetica a lode del vuoto!

Bacco, Tabacco e Venere: nei secoli fedele

Entra nell’universo della stravaganza e dei piaceri della vita! Un inno al vizio che trafigge il moralismo e innalza una lode alla gioia di vivere!

Pagine successive

Pagina 1Pagina 2Pagina 3


Considerazioni letterarie sulla Divina Commedia – Una pietra miliare della poesia!

La Divina Commedia, scritta dal poeta italiano Dante Alighieri nel XIV secolo, è senza dubbio una delle opere letterarie più famose e influenti del mondo. Questo poema epico, diviso in tre parti – Inferno, Purgatorio e Paradiso – esplora il viaggio del personaggio principale, Dante stesso, attraverso i mondi surreali dell’Inferno, del Purgatorio e, infine, del Paradiso.

L’impatto della Divina Commedia sulla letteratura occidentale non può essere sottovalutato. È stato un esempio magistrale di espressione poetica. Ha gettato le basi per innumerevoli opere letterarie successive. Le vivide immagini di Dante, l’intricata struttura narrativa e la profonda esplorazione della natura umana continuano ad affascinare i lettori di oggi.

La Divina Commedia ha introdotto il concetto di allegoria nella letteratura tradizionale, utilizzando descrizioni vivide di punizioni infernali e ricompense divine per trasmettere lezioni morali e spirituali. Questa tecnica narrativa sarebbe stata in seguito adottata e adattata da numerosi autori, tra cui John Milton nel Paradiso Perduto e CS Lewis nelle Cronache di Narnia.

Il personaggio della Divina Commedia Caronte in un'incisione di Gustav Doré
Il personaggio della Divina Commedia Caronte in un’incisione di Gustav Doré (serie completa di incisioni)

Inoltre, l’influenza della Divina Commedia si estende oltre il regno della letteratura. Ha ispirato innumerevoli artisti visivi, musicisti e registi. Pittori come William-Adolphe Bouguereau e Salvador Dalí hanno creato bellissime opere d’arte basate sulla visione di Dante. Compositori come Franz Liszt e Igor Stravinsky hanno composto brani musicali ispirati alla poesia. Anche registi moderni come Federico Fellini e Terry Gilliam hanno tratto ispirazione dall’epopea dantesca.

In conclusione, La Divina Commedia è una testimonianza del potere della letteratura di trascendere il tempo e la cultura. Il suo impatto sulla letteratura e sulle arti occidentali è incommensurabile e i suoi temi del peccato, della redenzione e della condizione umana continuano a risuonare con i lettori e gli artisti. È un capolavoro che verrà sempre custodito e studiato.


Se ti piacciono le mie poesia, puoi sempre fare una donazione per supportare la mia attività. Basta un caffè!


Share this post on:
FacebookTwitterPinterestEmail